Novità, omaggi e offerte speciali subito nella tua email. GRAZIE!


Il tuo nome
La tua email

Il Potere delle Donne

Il Potere delle Donne - Nuova Edizione

Louise L. Hay

Il Potere delle Donne - Nuova Edizione



Libro - Sconto 15% € 10,63 (anzichè 12,50)
Isbn: 9788863863482
Anno pubblicazione: 2015

Aggiungi alla lista dei preferiti

Q.ta n:
Vuoi scrivere una recensione per questo libro ?

“L’obiettivo di questo libro è che tutte le donne provino autostima, amore per sé, autoapprezzamento e che sentano di avere un posto importante nella società. Questo libro è per te!” Louise L. Hay

L’inizio del nuovo secolo ha suscitato in molti congetture e previsioni su imminenti cambiamenti a livello globale.  In questo libro di grande ispirazione, l’autrice di best seller Louise L. Hay svela perché in realtà i cambiamenti fondamentali avverranno a livello interiore e individuale. Infatti come donne, una volta che saremo disposte a cambiare la nostra dimensione interiore, la nostra “terra”, saremo in grado di agire anche su un livello più ampio nella vita reale. L’obiettivo di Louise è che tutte le donne provino autostima, amore per sé, autoapprezzamento e che sentano di avere un posto importante nella società. Con il suo stile inimitabile, dolce e diretto insieme, Louise ci dona penetranti intuizioni su come le donne di tutte le età e di qualsiasi origine possano realizzare questo scopo e fare in modo che gli anni a venire siano più produttivi, soddisfacenti e potenzianti che mai!

 

 

Linee guida generali

Uno dei primi e più importanti esercizi da fare consiste nello scoprire QUALI sono le tue convinzioni. Può davvero aprirti gli occhi. Prendi una pila di fogli e titola ciascuno così: QUALI SONO LE MIE CONVINZIONI RIGUARDO…

❤ gli uomini
❤ le donne
❤ me stessa
❤ le relazioni interpersonali
❤ l’impegno
❤ il matrimonio
❤ la famiglia
❤ i figli
❤ il lavoro
❤ i soldi
❤ la ricchezza
❤ gli investimenti
❤ la salute
❤ l’invecchiamento
❤ la morte
Queste convinzioni sono le regole interiori e inconsce in base alle quali vivi la tua vita. Non puoi fare cambiamenti positivi finché non riconosci le tue convinzioni negative. Una volta completata ciascuna lista, rileggila. Disegna una stellina accanto a ogni convinzione che ti rafforza e sostiene: queste sono le credenze che vanno mantenute e potenziate. Barra ogni convinzione negativa che ostacola i tuoi obiettivi: queste sono le credenze che ti impediscono di essere tutto quello che puoi. Sono da eliminare e riprogrammare. Insieme al gruppo, potresti anche aggiungere nuove tematiche. Oppure potreste lavorare su un argomento di verso alla settimana, dando a tutte il tempo di discutere le proprie liste. Di seguito trovi alcuni suggerimenti per avviare un gruppo di supporto.


1. Crea uno spazio protetto, adatto alle confidenze più intime. Uno dei modi per farlo è chiedere a tutte le partecipanti di mantenere il massimo riserbo sulle cose che verranno dette e chiarendo che il gruppo è un’occasione per gettare la maschera che spesso indossiamo. Non ci si aspetta da nessuno che abbia una vita perfetta. Il luogo d’incontro può essere il tuo soggiorno, una sala conferenze o una chiesa.


2. Assumi e coltiva un atteggiamento non giudicante e aperto. Non dire a nessuno quello che “dovrebbe” fare. Offri suggerimenti su come potrebbero modificare i pensieri e le prospettive. Se le persone percepiscono un giudizio, opporranno immediatamente resistenza.


3. Concentrati su te stessa prima di ogni sessione di gruppo. Usa affermazioni come: “Lo spirito guida i miei pensieri, le mie parole e le mie azioni in questa sessione” e “Confido nella Saggezza Divina dentro di me per guidare il gruppo.” Se durante l’incontro accade qualcosa che ti turba, fai subito un bel respiro e pensa un’affermazione positiva.


4. Al momento della creazione del gruppo, puoi suggerire alle partecipanti quanto segue:

❤ Siate puntuali!
❤ Impegnatevi a partecipare a tutte le sessioni. La continuità è importante.
❤ Ascoltate attentamente e rispettate ciò che condividono le altre.
❤NON sovrapponetevi quando una sta parlando.
❤ Chiedete a tutte le altre d’impegnarsi a mantenere il riserbo sulle questioni condivise nel gruppo. È importante che le partecipanti si sentano al sicuro quando mettono a nudo i loro pensieri.
❤ Concentratevi sul problema condiviso, non su tutta la “storia”.
❤ Usate frasi personali espresse in prima persona, come: “Io sento…” invece di “Mi fanno sentire…”.
❤ Rispetta il tempo a disposizione e dai alle altre l’opportunità di esprimersi e di condividere.


5. È importante che tutte abbiano il tempo di parlare e scambiare le proprie idee da condividere durante la sessione. Se il gruppo è grande, puoi creare dei sottogruppi di cinque o sei persone per fare gli esercizi o per discutere.


6. Può capitare che nel gruppo ci siano persone logorroiche o in un certo senso disturbatrici. Cerca di capire che chi tenta di dominare il gruppo è mossa dalla paura di non essere abbastanza brava o di non ottenere sufficiente attenzione. È meglio parlare con questa donna dopo la sessione, in un contesto individuale. Potresti dirle, con dolcezza: “Mi fa molto piacere che tu abbia tanto da condividere con il gruppo. La mia preoccupazione è che le altre, che magari non sono così assertive, possano sentirsi inibite. La prossima settimana, potresti avere l’accortezza di lasciare parlare le altre
per prime? Grazie.” Inoltre, potrebbe esserti utile trovare dei compiti con i quali questa persona possa assisterti nella gestione del gruppo.

 

donne


7. Gli esercizi pratici sono il metodo principale per acquisire consapevolezza. In ogni sessione di gruppo, proponi un esercizio pratico come quello dello specchio, della meditazione, della bambina interiore, gli esercizi del “dovrei” e così via.

8. Sii flessibile. Durante le sessioni, non devi fare per forza tutte le cose che hai pianificato. Dal momento che la Giusta Azione Divina è sempre in svolgimento, impara a confidare nel processo e lascia che tutto scorra!


9. Monitorizza costantemente te stessa e le tue reazioni. Se inizi a sentirti in ansia o inadeguata, fai qualche respiro profondo, rilassati e pronuncia a mente un’affermazione positiva.


10. Non litigare con chi ti pare che voglia restare bloccata. Cerca di non farti deprimere dai drammi degli altri. In qualità di leader del gruppo devi imparare a restare fedele alla CONSAPEVOLEZZA che la guarigione è disponibile per tutti, a prescindere dalle circostanze. La VERITÀ è che lo Spirito è più potente della malattia, delle questioni economiche o dei problemirelazionali!


11. Sviluppa il senso dell’umorismo! Ridere è un modo splendido di guardare le cose da una prospettiva diversa.

12. Spesso le donne del gruppo avranno emozioni molto profonde da esprimere e rilasciare. È importante che tu sia in grado di gestire manifestazioni di rabbia, dolore e collera se vuoi aiutare le altre a liberarsene. Se scopri di avere paura delle emozioni forti, potresti cercare l’appoggio di una terapeuta che ti aiuti a ricercare l’origine di quella paura.


13. Dopo ogni sessione di gruppo, vai allo specchio e dì a te stessa quanto stai facendo bene, soprattutto se non sei pratica nella gestione di un gruppo.

14. Apri e chiudi le sessioni con una meditazione o con un momento dedicato alla concentrazione su di sé. Può essere una cosa semplice come far chiudere gli occhi e respirare per un minuto o due. A me piace che tutte le partecipanti si prendano per mano e percepiscano l’energia nelle mani delle compagne. Poi ricordo a tutte che siamo lì per lo stesso motivo. Ciascuna desidera stare bene e in salute, essere ricca, dare e ricevere amore ed esprimere se stessa creativamente in modo appagante. Durante la meditazione di chiusura, ricordo a tutte che ciascuna di noi, me compresa, ha imparato qualcosa che migliorerà la qualità della sua vita. Tutto è bene e siamo al sicuro.


15. Ogni gruppo è a sé e ogni sessione sarà diversa. Impara a fluire con l’energia che si sprigiona nel gruppo e nella sessione.


16. Per le sessioni hai bisogno di:

❤ un lettore CD per le meditazioni guidate e la
musica di sottofondo;
❤ uno specchio portatile e/o a figura intera;
❤ carta e penne;
❤ parecchie confezioni di fazzoletti di carta;
❤ candele o incenso (facoltativi) per creare un’atmosferasacra.


17. Chiedi alle partecipanti di portare con loro, a ogni sessione, un diario e uno specchio. Potrebbero portare anche un cuscino su cui sedersi o da usare durante le meditazioni e un peluche da abbracciare!

Scarica un capitolo del libro.



 

Louise L. Hay

 

Louise L. Hay nata a Los Angeles il 8 ottobre 1926 è autrice di numerosi libri di self-help tra i quali il celebre "Puoi guarire la tua vita" libro che ha gettato le basi di quello che poi venne chiamato il “Pensiero Positivo”. Dopo un infanzia molto difficile segnata da un patrigno disumano, da una violenza sessuale, dall’essere rimasta incinta a soli 15 anni, Louise si trasferisce a Chicago dove svolge una serie di lavori umili e frequenta vari ragazzi e uomini che la maltrattano.

Nel 1950 si stabilisce a New York, città dove la sua vita ha una svolta: cambia nome e inizia a lavorare con successo come indossatrice nell'alta moda.

Nel 1954 sposa un ricco uomo d'affari britannico ma dopo 14 anni di matrimonio viene lasciata per un'altra donna, avvenimento che devasta Louise Hay interiormente ma che risulta anche essere la molla per una grande trasformazione interiore.

Alla fine degli anni '70 le viene diagnosticato un cancro all'utero e, dopo un esame interiore, giunge alla conclusione che questa malattia è una diretta conseguenza della sua incapacità di abbandonare il risentimento che aveva covato dentro di lei per le sofferenze provate nella sua infanzia.
Louise rifiuta le cure mediche convenzionali e inizia un regime di cura basato sulle affermazioni positive per il perdono e l'abbandono del risentimento, sulla nutrizione naturale, la riflessologia e i clisteri: quando viene visitata qualche mese dopo ogni traccia del tumore è scomparsa.

Dopo aver sconfitto il cancro grazie a questo processo di auto-guarigione stimolato dalla forza del pensiero creativo, ha intrapreso con successo l’attività di divulgazione della sua filosofia. 
Nel 1984 fonda la HAY House in California che si occuperà di ricerca della correlazione tra psiche e corpo e delle malattie che entrambi sviluppano.

Oggi è uno degli esponenti più autorevoli nel campo dell’identità psicosomatica del panorama internazionale. Le idee, le tecniche e la filosofia che Louise L. Hay ha avuto modo di sviluppare, hanno cambiato e continuano a cambiare la vita di moltissime persone in tutto il mondo.

I suoi libri ormai tradotti in 24 lingue sono venduti a milioni di copie nel mondo.
Da moltissimi anni dedica la sua esistenza all’assistenza del prossimo, alla diffusione della sua filosofia tramite gli insegnanti autorizzati dalla HAY House e ad insegnare e divulgare le sue tecniche semplici, veloci ed efficaci.
I nostri pensieri creano la nostra realtà. Sono solo pensieri ed i pensieri si possono cambiare. Sviluppare la capacità di cambiare i nostri pensieri a nostro piacimento è possibile e meraviglioso.

"Alcuni dei valori in cui crediamo non sono mai stati reali: erano timori altrui. Concediti la possibilità di rivedere i tuoi pensieri, modificando quelli negativi. Ne vale la pena" Louise Hay

 

 

louise hay